Una notte nel bosco

Di rosa arancione e viola si tinge il cielo, annunciano l’arrivo imminente della notte e con lei le voci che abitano l’oscurità. Il fuoco ondeggia danzando il bosco si colma di silenzio, come riparo due alberi frondosi che parlano la lingua della terra cantando con la voce del cielo. Essere lì è tornare a casa, il cielo scuro come la pece e le stelle che lo puntinano d’argento, sono l’infinito tetto ai sogni.

E’ la luce di un nuovo giorno che intrufolandosi fra gli alberi e carezzandoti ridestano, cielo turchese, la luna, perla d’avorio lentamente scompare, nell’aria ondeggiando tele di ragni, paiono fili di seta sottili, scintillanti …….

Quanta abbondanza essenziale abita la natura, alberi che frusciano nel vento, ognuno con il suo canto, il bosco è asciutto, le radure fradice di rugiada imperlano ragnatele, nidi fra fili d’erba. Attorno ruscelli e torrenti urtando sporgenze rocciose rumoreggiano, sussurrano,gorgogliano, canti che dicono delle infinite voci ha l’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Latest Travel Blog
Close

Terraestorie

un sito in cammino

Andrea Mori Terraestorie
© Copyright 2020. Diritti riservati.
Close
Cookie Policy -  Privacy Policy