Avez Val Codera

Spiriti guida m’accompagnano, cielo turchino, il sole salendo pare lambire le montagne, iniziano scalini, si sale, possenti castagni vigilano sui nostri passi, canta la vallata, un ensamble d’uccelli, vento, acqua, il bastone a scandire il tempo. Sali e Sali , gradinata che pare non poter mai finire, potrebbe portarti verso il cielo, pietre, castagni, ginestre, olmi, terra scura , sole, pareti di pietra, bosco fitto capace di celare fino all’ultimo istante meraviglie. Saliamo , prati e case testimoni di un tempo d’eroico, scendiamo ora quasi verticali negli occhi il fondo petroso accarezzato dal torrente, gallerie, paglia, acqua che scivola su pareti di pietra liscia. Scale, sentiero erboso, rombo di elicotterincessante, Codera, case di pietra ricolme di segreti, strada pietrosa, prati, vociare d’acqua, boschi, polvere, sole, sole,  sole cocente, attimi d’ombra che riescono a rifocillare, confortarti, ancora case, alcune paiono aggrappate, prati , terra bianca, sabbia, vociare di vento, pala eolica , albero di natale, pietre rosse, polvere, muggito, galline, giocatori di bocce, boschi d’aghi, di muschio, ricolmi di magia, deversi guadi, su, giù, dentro, fuori, s’avvicina pare a volte allontanarsi , soglia d’un mondo lento, prato smeraldo, bosco, guardiani, AVEZ, tocca il cuore, parla al tempo sfiorando il cielo.

Close
Latest Travel Blog
Close

Terraestorie

un sito in cammino

Andrea Mori Terraestorie
© Copyright 2020. Diritti riservati.
Close
Cookie Policy -  Privacy Policy